Border Collie F.a.q.

COME POSSO RENDERE FELICE IL MIO BORDER COLLIE?

Facendolo lavorare, o comunque dando uno scopo alla sua vita. E facendogli fare esercizio fisico, perché ne ha un bisogno vitale. Non importa tanto che si tratti di agility, sheepdog,  obedience o lunghe passeggiate: il Border Collie è un cane che desidera rendersi utile, ed essere parte della famiglia, altrimenti sarà un cane stressato.

Sarà’ altrettanto stressato, però, il cane a cui si chiede troppo: pretendere super prestazioni anche quando il cane è stanco, vivere il lavoro con il cane come una sfida continua, come se si dovesse per forza dimostrare qualcosa,equivale a rovinare il carattere del proprio cane e la relazione tra cane e proprietario .

IL BORDER COLLIE E’ DAVVERO UN CANE IPERATTIVO?

Sì e no. E’ vero che il Border ha un’energia praticamente inesauribile, ma è anche equilibrato in grado di gestire la propria energia. Questo significa che è tranquillamente in grado di trascorrere qualche ora in casa senza agitarsi e senza fare danni. Quindi, SI al Border Collie per le persone che possono portarlo almeno un’ora al giorno a correre e/o a lavorare, e per il resto del tempo gli chiedono di starsene buono in casa o in giardino: NO alle persone che gli chiedono “solo” di starsene buono e calmo, senza dargli la possibilità di sfogarsi (personalmente a questo tipo persone NON consiglierei nessun cane, in quanto ogni cane di qualsiasi razza e taglia ha il sacrosanto diritto di essere portato fuori a giocare e correre almeno un ora al giorno)

E’ NECESSARIO IL GIARDINO PER TENERE UN BORDER?

No. In giardino il cane fa un po’ di movimento spontaneo, ma non certo tutto quello di cui ha bisogno, oltretutto la maggior parte dei cani ama stare con il proprietario e quindi in giardino da soli non ci stanno. Quello che serve al Border collie è un’attività fisica da svolgere col padrone. Per il resto del tempo che viva in casa o in giardino è del tutto ininfluente.

TUTTI I BORDER SONO COSI’ DINAMICI?

No, ci sono differenze tra un individuo ed un altro e  tra una linea di sangue e l’altra. Le linee da esposizioni generalmente sono meno attive e dinamiche rispetto alle linee da lavoro.

C’E’ DIFFERENZA TRA UN CUCCIOLO DA SHEEP DOG E UNO DA AGILITY?

No, sono entrambi border collie selezionati per il lavoro e quindi possono svolgere questi come mille altri compiti sportivi e non. C’è differenza solo tra le linee di sangue da bellezza e quelle da lavoro, ma non tra un lavoro e l’altro. Ma soprattutto non ha molto senso parlare di cani “allevati per l’agility”, come se si potesse selezionare, per esempio, una “genetica da saltatore”. Un buon cane da agility è semplicemente un border collie con determinate qualità caratteriali, ben indirizzate con una corretta educazione e un buon addestramento. Selezionare i cani in base a “quanto alto saltano”, o alla velocità che raggiungono, sarebbe una vera follia che finirebbe per rovinare la razza, creando magari border-levrieri o, perché no, border con le molle incorporate sotto le zampe!

 QUANTO ESERCIZIO FISICO DOVREBBE FARE UN BORDER?

Dipende dal singolo cane, ma in linea generale vanno bene due passeggiate di 20 minuti al giorno (con qualsiasi tempo, pioggia, neve ecc.!). Una parte di questi minuti va dedicata alle corse in libertà in un’area sicura e deve includere un gioco divertente. Inoltre si raccomanda, se si ha la possibilità, di  far fare al cane dai 15 ai 30 minuti di addestramento due volte la settimana. L’addestramento serve a rilassare il cane anche mentalmente, perché il lavoro che impegna la psiche lo stanca molto di più dell’esercizio l’esercizio fisico. 

I BORDER COLLIE SONO CANI DA GUARDIA?

Non è nato con questo scopo, perché è un cane da conduzione e non da guardia/difesa del gregge. Alcuni soggetti possono essere protettivi verso il loro territorio e la famiglia, altri no, ma quasi tutti i border abbaiano per segnalare un possibile pericolo.

 SONO CANI “ABBAIONI”?

In generale il border non è un cane abbaione, a meno che non siano annoiati, ma ci sono notevoli differenze tra un individuo e l’altro e tra le linee da lavoro e le linee da esposizione. Per esperienza personale, quando uno dei miei border collie abbaia vuol dire che c’è qualcosa che non va, magari la presenza di un estraneo.

 Testo tratto da “TI PRESENTO IL CANE” di Valeria Rossi e riadattato